Compieta



Testo della Compieta
Preghiamo la Compieta della Domenica dopo i secondi Vespri. In questa notte il buio risplende come luce.

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.

Esame di coscienza
Gesù abbi pietà di me, mio Signore, mio Dio, mia Salvezza.
Gesù abbi pietà di me, donaci la tua gioia, mio Signore, mio Dio, mio Salvezza.

La preghiera di Compieta santifica il giorno e la notte della domenica. il giorno della Risurrezione. La gioia di questo giorno si dispiega nella notte. Non puo essere triste un cristiano nel giorno e nella notte del Signore.

Inno
Al termine del giorno,
o sommo Creatore,
vegliaci nel riposo
con amore di Padre.

Dona salute al corpo
e fervore allo spirito,
la tua luce rischiari
le ombre della notte.

Nel sonno delle membra
resti fedele il cuore,
e al ritorno dell'alba
intoni la tua lode.

Sia onore al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo,
al Dio trino ed unico
nei secoli sia gloria. Amen.

Non è possibile comprendere il salmo che segue senza la luce dell'ottavo giorno. Una luce difesa e custodita dagli angeli ogni volta che per noi scende la notte.

Ant. Dimora all'ombra dell'Onnipotente: troverai rifugio dalle insidie del male.

Salmo 90
Tu che abiti al riparo dell'Altissimo *
e dimori all'ombra dell'Onnipotente,
di' al Signore: « Mio rifugio e mia fortezza, *
mio Dio, in cui confido » .

Egli ti libererà dal laccio del cacciatore, *
dalla peste che distrugge.
Ti coprirà con le sue penne, *
sotto le sue ali troverai rifugio.

La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza; *
non temerai i terrori della notte,

né la freccia che vola di giorno, †
la peste che vaga nelle tenebre, *
lo sterminio che devasta a mezzogiorno.

Mille cadranno al tuo fianco †
e diecimila alla tua destra; *
ma nulla ti potrà colpire.

Solo che tu guardi, con i tuoi occhi *
vedrai il castigo degli empi.
Poiché tuo rifugio è il Signore *
e hai fatto dell'Altissimo la tua dimora,

non ti potrà colpire la sventura, *
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli darà ordine ai suoi angeli *
di custodirti in tutti i tuoi passi.

Sulle loro mani ti porteranno *
perché non inciampi nella pietra il tuo piede.

Camminerai su aspidi e vipere, *
schiaccerai leoni e draghi.

Lo salverò, perché a me si è affidato; *
lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome.

Mi invocherà e gli darò risposta; †
presso di lui sarò nella sventura, *
lo salverò e lo renderò glorioso.

Lo sazierò di lunghi giorni *
e gli mostrerò la mia salvezza.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Dimora all'ombra dell'Onnipotente: troverai rifugio dalle insidie del male.

Lettura breve Ap 22,4-5
Gli eletti vedranno la faccia del Signore e porteranno il suo nome sulla fronte. Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli (Dn 7, 18. 27).

Responsorio pasquale
Questo è il giorno che ha fatto il Signore rallegriamoci ed esultiamo. Alleluia, alleluia...

Simeone riconosce il piccolo Gesù, lo prende tra le braccia e inizia a benedire il Signore. In questo modo è come se si compisse una duplice presentazione: i genitori presentano il bambino a Dio, Simeone invece lo mostra a tutti gli uomini, come luce delle genti e gloria del popolo
d’I­sraele.

Ant. Nella veglia salvaci, Signore, nel sonno non ci abbandonare: il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace.

Cantico di Simeone Lc 2,29-32
Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
vada in pace secondo la tua parola;

perché i miei occhi han visto la tua salvezza *
preparata da te davanti a tutti i popoli,

luce per illuminare le genti *
e gloria del tuo popolo Israele.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Nella veglia salvaci, Signore, nel sonno non ci abbandonare: il cuore vegli con Cristo e il corpo riposi nella pace.

Orazione
Salga a te, o Padre, la nostra preghiera al termine di questo giorno memoriale della risurrezione del Signore: la tua grazia ci conceda di riposare in pace sicuri da ogni male, e di risvegliarci nella gioia, per cantare la tua lode.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

Il Signore ci conceda una notte serena e un riposo tranquillo.
Amen.

A Maria l'ultima preghiera, a Colei che del Paradiso è la Regina.

Regina del cielo

Regina del cielo
rallegrati, alleluia!
Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia!
E' risorto, come aveva promesso, alleluia!
Prega il Signore per noi, alleluia!
 

Cos'è la Compieta?
Chi è affezionato a Dio penso non abbia mai dimenticato nella sua vita, almeno un segno di croce prima di addormentarsi. Bene: la Compieta è quel segno di croce un po’ più elaborato. E' una preghiera liturgica, cioè una preghiera ufficiale della Chiesa. Esattamente è la preghiera liturgica che santifica le ore della veglia e della notte e che continua a pregare mentre il corpo riposa.

Come funziona la Compieta in Pregaudio?
Rispetto ai vespri e alle lodi diciamo che rispecchia fedelmente lo schema proposto dal Breviario.
All’inizio una didascalia introduttiva e poi il ritornello di un canto penitenziale: Gesù abbi pietà di me. Questo non perché siamo in tempo di Quaresima, ma perché all’inizio della Compieta si è soliti fare l’esame di coscienza che si conclude con una formula penitenziale (molti dicono l’atto di dolore).
In sottofondo il suono della notte.
Poi l’inno che da il clima della notte e un salmo preceduto da una intro didascalica. Il salmo è sempre accompagnato da un sottofondo. Per le compiete abbiamo scelto alcuni notturni di Chopin al pianoforte, lo strumento più idoneo a consegnare nostri sensi uditivi al riposo.
Poi una breve lettura e di seguito una litania cantata che fa da sfondo al momento della notte. Poi ancora una didascalia che introduce il cantico di Simeone (il quale, nel vangelo, era un anziano signore che in tarda età, prima di morire ha avuto l’incontro più importante della sua vita: vedere Gesù Bambino al tempio in braccio a sua madre Maria). E infine una didascalia che introduce la preghiera finale: preghiera cantata a Maria.

 

 

 

Recita
Franco Mastrolonardo, Paola Ragni, Giulia Tomassini, Vittoria Salvatori, Simone Fagioli

Musica di sottofondo
Al salmo F. Chopin. Notturno op. 9 n. 3. Gleb Ivanov al pianoforte. Diritti Creative Commons
Suoni di ambiente Campane della sera dal sito freesound.org

Canti
Canone di Pentecoste Autore: Taizé. Cantano e suonano le Sorelle Clarisse di Sant'Agata Feltria
Inno di Compieta Autore: anonimo. Cantano Danilo Concordia e Susanna Rossi. Suona Gabriele Fabbri
Responsorio pasquale Autore: anonimo. Cantano Danilo Concordia e Susanna Rossi. Suona Danilo Concordia
Antifona e cantico di Simeone Autore: anonimo. Cantano Danilo Concordia e Susanna Rossi. Suona Gabriele Fabbri
Regina del cielo Autore: Nicola Saudelli e Federico Fabbri. Cantano Nicola Saudelli e Susanna Rossi. Suona Federico Fabbri

 

Preghiera liturgica
La Compieta della Domenica riprende il tema della festa e della gioia, tipico di questo giorno. Il ritornello e il responsorio cantano la solennità del Giorno del Signore. Il Salmo caratterizza la dimensione trascendente e profetizza il Giorno in cui vedremo i gli angeli faccia a faccia.

Scarica la nostra App su